Le mani in tasca


Regia e Drammaturgia Faustino Ghirardini
Assistente Regia Silvana Crescini

Le mani in tasca a suggerire vergogne adolescenziali; le mani in tasca per proteggersi dal mondo; le mani in tasca ad estrarre sorprese…oggetti nascosti… piccoli regali; le
mani in tasca per scaldarsi le mani. Le mani in tasca pronte ad uscire per prendere in mano altre mani… per prendere, per dare, per danzare; due mani, quattro mani, e via via… con le mani in mano… di altri… senza pensare troppo a dove andare, tanto meno chi sia a guidare. E dentro a questo orizzonte di voli e piroette, musiche e oggetti; dentro a questa rotondità di corpi danzanti, siamo atterrati, ogni tanto, nell’assurdo quotidiano di una
partita di calcio o nel tenero di due anziani brontoloni! E abbiamo ripreso il volo incrociando giocolieri e amanti traditi; ci siamo lasciati trasportare da un improbabile autista, da un seducente tamburo, e infine abbiamo
provato a volare con una una sedia a rotelle… a trasformarla in oggetto volante, sfidando le leggi del normale. È vero: non siamo normali!