Per ricordarsi di non dimenticare

ricordarsi_600
Spettacolo di Teatro Civile
Riflessioni sulla memoria

Drammaturgia a cura di Lorenzo Danesi, Regia Faustino Ghirardini
Compagnia Viandanze Teatro

“Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare; le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre.”
Primo Levi

È accaduto, quindi può succedere ancora. È a questo messaggio che Levi dedica un’intera vita impegnata nel racconto letterario e saggistico, e più raramente poetico, affidandosi alla missione di comunicare quanto lui come testimone ha vissuto. Con tagliente chiarezza, l’autore di “Se questo è un uomo” chiama in causa l’umanità intera, esortandola al dovere della memoria e portandola a conoscenza degli antri più bui dell’animo umano. Perché è da qui che nasce il male.