Resistere alla guerra


Regia e Drammaturgia Faustino Ghirardini
Drammaturgia a cura di Lorenzo Danesi, Camilla Bignotti e Lorenza Tronconi
Itinerario di letture sulla Resistenza in Calvino, Pavese, Fenoglio e Sereni

La nostra Repubblica risulta essere sempre stata debitrice verso la Resistenza: democristiani, socialisti o comunisti che si fosse, i comuni denominatori rimanevano il ripudio della guerra e l’antifascismo, due tratti distintivi della Costituzione che trovavano e ancora trovano ragion d’essere proprio nella Resistenza, o nella Lotta per la Liberazione. Abbiamo l’occasione di tornare a parlare della Resistenza, purché si sia concordi su alcuni punti fissi e innegabili, ovvero che con il 25 aprile ancora si intende riflettere sul fatto che non sempre si è stati uomini liberi, e che la libertà e la democrazia hanno avuto un prezzo salato.